Test di velocità

Dick e Peter Dreissigacker

Per i fondatori della Concept2, Peter e Dick Dreissigacker, il vero divertimento inizia quando prendono un‘idea teorica per poi applicarla in acqua. Non appena è stato possibile usare i tester di velocità, i test in acqua sono divenuti molto più sistematici e, nel corso degli anni, Peter e Dick hanno raccolto i risultati di più di 200 giorni di test. Il primo risultato dei test è stato lo sviluppo della forma della Big Blade nel 1991. E le innovazioni continuano a venire. Secondo Peter e Dick i test sono la parte più bella.

Leggi delle procedure di collaudo applicate da Peter e Dick - le puoi adottare anche tu per condurre i tuoi test di velocità – e di come valutano i risultati. I test condotti da Peter e Dick hanno dimostrato che vi sono delle differenze di prestazione tra forme di pale diverse, ma è importante tenere a mente quanto segue:

  • Le differenze di prestazione dipendono da vari fattori, quali il modo in cui viene armata una barca, gli angoli d’entrata, l’impiego della potenza e così via.
  • In definitiva, gli equipaggi devono decidere da soli cosa funzioni meglio per loro.

Conduzione del test

Peter e Dick usano la procedura seguente nel condurre il test di velocità:

  • Durante il test, rema per almeno sei tratti di percorso, cambiando tra due remi o coppie di remi per ogni tratto. Prova quanti più tratti possibili per vedere se si sviluppa uno schema.
  • Non cambiare null’altro tranne che i remi che vengono testati. Se cambi altri fattori nel corso del test, non saprai quale cambiamento ha prodotto la differenza.
  • Rema tutti i tratti al massimo dello sforzo, perché è più facile essere coerenti. Evita di testare con tratti più lunghi, visto che richiedono un ritmo e altri fattori che potrebbero alterare i risultati del test.
  • L’accuratezza nel prendere i tempi è fondamentale e il metodo più efficace è quello di prendere il tempo di un numero fissato di colpi (rispetto a quello di cronometrare la distanza). Fissa il tester di velocità in modo da avere 10 colpi per avviare la barca, poi comincia a registrare i dati relativi alla velocità per i successivi 40 colpi. Se decidi di cronometrare una distanza, assicurati che siano almeno 500 metri. Ciò minimizza gli effetti risultanti da differenze relative a quando un tratto inizia e finisce rispetto al ciclo del colpo.
  • Non guardare i risultati finché tutti i tratti sono stati completati, perché il fatto di conoscere una parte dei risultati nel corso del test può incidere sulla prestazione. Durante il test, copri la porzione del display relativa alla velocità con un pezzetto di nastro.
  • Conduci il test in condizioni di calma e rema con tutti i tratti nella stessa direzione di vento. I cambiamenti con vento a favore hanno meno effetto rispetto al vento contro.

Valutazione dei risultati

Peter e Dick usano i seguenti principi per valutare i risultati:

  1. Fare un grafico dei risultati e calcolare le differenze di velocità in percentuale.
  2. Visto che le variazioni da un giorno all’altro sono troppo grandi, metti a confronto le prove che si sono svolte lo stesso giorno.
  3. Testa la stessa variabile per diversi giorni prima di trarre le tue conclusioni.
  4. Tieni a mente che i risultati dei test si riferiscono direttamente all’equipaggio che effettua il test.

Di seguito alcuni esempi dai test di Peter e Dick.

Smoothie1 vs. Big Blade

Al solito, le pale erano simmetriche rispetto all’asta. L’idea alla base della pala Smoothie1 era di produrre una pala veramente asimmetrica, progettata per seguire il percorso della pala in acqua durante la prima fase del colpo. Abbiamo anche modificato la curvatura e l’angolo della punta.

Il grafico seguente mostra le velocità dei pezzi messi a confronto. Sul grafico la Big Blade è rossa e la Smoothie1 è nera. I tratti con Smoothie1 erano più veloci dell’1,2%.

Nota: In seguito, la pala Smoothie1 è stata perfezionata e ripresentata come la Smoothie2 Plain Edge che attualmente è in vendita.

Smoothie1 vs. Smoothie1 con punta arrotondata

Questo test è stato condotto tra la Smoothie1 e la Smoothie1 con la punta arrotondata. Questa prova era mirata a studiare l’effetto dell’ala a delta. Abbiamo messo alla prova diverse forme di punte a delta nel corso della stagione, che ci ha condotto alla punta arrotondata perché ci ha dato il migliore risultato nel corso dei test delle punte a delta.

Di seguito il grafico delle velocità dei tratti testati. La punta tonda è rossa; la Smoothie1 è nera. Nei nostri test, la velocità di questi due progetti era la medesima; tuttavia, la sensazione del remo veniva profondamente cambiata dal profilo della punta. Con il profilo arrotondato, si remava con il remo di un centimetro più corto e veniva comunque percepito come un carico più pesante durante la fase 2. Ciò suggerirebbe un’efficienza migliorata nella fase 2. La mancanza di una maggiore velocità potrebbe essere dovuta a una minore efficienza in altre parti del colpo, forse nelle fasi 1 e 3.

Nota: In seguito, la pala Smoothie1 è stata perfezionata e ripresentata come la Smoothie2 Plain Edge che attualmente è in vendita.

Smoothie1 Vortex Edge vs. Smoothie1 Plain Edge

L’aggiunta del Vortex Edge è stato un tentativo per ottenere un miglioramento durante la fase 2 senza perdere l’efficacia in altre parti del colpo. Per ottenere un miglioramento durante la fase 2, la pala è stata modificata con un restringimento per aumentare l’effetto dell’ala a delta. Per ottenere un miglioramento durante la fase 1, sono state anche aggiunte delle caratteristiche generatrici di vortice alla parte con meno pressione (ossia il retro) della punta.

Nel grafico dei risultati che segue, la pala Smoothie1 Vortex Edge è in nero e la pala Smoothie1 Plain Edge è in rosso. I tratti remati con la pala Vortex Edge erano più veloci dell’1,3%.

Nota: In seguito, le pale Smoothie1 sono state perfezionate e ripresentate come Smoothie2 Plain Edge e Smoothie2 Vortex Edge che sono attualmente in vendita.

Fat2 vs. Smoothie2 Vortex Edge

Questo test è stato condotto per studiare cosa ci fosse da guadagnare a usare una pala più grande. La pala Fat2 è più larga di circa 2 cm, con la superfice supplementare specificamente mirata a identificare le possibili migliorie nel corso della terza fase del colpo. La pala Fat2 è anche dotata di Vortex Edge.

I numeri hanno mostrato un 1,5% di vantaggio con la Fat2. Nonostante il risultato possa essere stato amplificato da un primo tratto carente della giornata, il test ha dimostrato una netta supremazia della Fat2 sulla Smoothie2 Vortex Edge.

Pale Fat2 su aste di coppia Skinny vs. Pale Fat2 su aste Ultralight

Questo test, effettuato da un singolo rematore, ha messo a confronto i risultati usando le stesse pale Fat2 su aste Skinny e Ultralight. Le velocità per i tratti con l’asta Skinny sono decisamente più veloci. Nel corso del test ha cominciato a soffiare un leggero vento contrario, che non è l’ideale per un giorno di test, ma la maggiore differenze di velocità alla fine del test è una possibile indicazione del fatto che la minore resistenza al vento dell’asta Skinny ha contribuito al vantaggio di velocità.